Antica Osteria Dei Leoni
Logo Ristorante Vico Avarenna, 1
Albenga (SV)
Telefono: 0182.51937
Chiusura: Martedi tranne Periodo Estivo
Prenotazione: N.D
Vota qui:
8 votes, average: 3.38 out of 58 votes, average: 3.38 out of 58 votes, average: 3.38 out of 58 votes, average: 3.38 out of 58 votes, average: 3.38 out of 5 (8 voti)
Loading ... Loading ...
Costo indicativo: da €40 a €59,50 da €40 a €59,50 da €40 a €59,50 da €40 a €59,50 

:: Invia un commento :: Email This Post Email This Post ::

Descrizione:
Specialità:
[?]


7 Commenti :

GoloTrust: 6 Nuova Forchetta
giustiziere del gusto ha scritto il 24 settembre 2007 alle 22:31

Eccellente locale del centro storico, situato in un caratteristico palazzo da poco restaurato. Curata ed innovativa la cucina e la presentazione dei piatti, sapienti gli accostamenti e distinta carta dei vini. Tutte queste buone carattestiche, a volte, sono “demolite” dalla lunga attesa, direi lunghisssssima nella preparazione delle pietanze!!!!!
Non demoralizzatevi, se farete l’alba o poco meno per cenare, vi sara’ servita, se la richiedete, una lauta colazione……..

Giudica il commento: Nessun feedback sul commento

GoloTrust: 22 Buongustaio
Mattomatteo ha scritto il 13 aprile 2008 alle 18:00

Abbiamo visitato ieri sera questo ristorante ubicato nel centro storico di Albenga.
Il ristorante non era pienissimo, ma c’erano comunque almeno 30/35 persone, ma l’attesa per i ns piatti è stata mediamente lunga.
Il menu prevalentemente a base di pesce e noi abbiamo optato per Insalata tiepida di polpo con le patate (ottima preparazione con parte dell’insalata contenuta nel guscio della patata) €14, una zuppetta ai frutti di mare molto ricca e saporita €14.
Abbiamo poi optato io per un primo Gnocchi con gamberi ed asparagi € 16 e la mia compagna per un branzino con carciofi di Albenga su un letto di patate €23.
Le porzioni sono molto generose, e servite in maniera impeccabile.
Sazi della cena abbiamo diviso un ottimo semifretto al torroncino.
Come vino abbiamo optato per uno sharys.
Nel complesso un buon ristorante, con un menù molto vario in un ambiente elegante e tranquillo

Giudica il commento: Nessun feedback sul commento

GoloTrust: 0 Nuova Forchetta
libolibo ha scritto il 3 settembre 2008 alle 11:36

concordo con giustiziere del gusto…attese interminabili che non fanno godere a pieno le portate servite comunque eccellenti…
giusto per dare un’idea:un pranzo completo, antipasto, primo, secondo, dolce e caffè non meno di quattro ore!!!!

Giudica il commento: Nessun feedback sul commento

GoloTrust: 22 Buongustaio
Mattomatteo ha scritto il 8 giugno 2009 alle 09:27

A distanza di un anno sono tornato in questo ristorante, e devo dire che non ci tornerò MAI più

Prenotiamo per 4 per le 9 e 30, arriviamo con qualche minuto d’anticipo e il cameriere ci dice ” un minuto che prepariamo il tavolo”, nessun problema stavamo ancora aspettando l’altra coppia. Arriva un secondo cameriere e ci chiede ” Per due?” e io ” No ho prenotato per 4″ . Torna il primo ” il tavolo è pronto” … e io ” Ma è per due?” … ” E si, quanti siete?” … “In 4″ … ” Allora c’è da aspettare almeno 15 minuti” … ” Si ma io ho prenotato per 4 per le 9.30″ … lui scocciato ” Si ma possiamo anche sbagliare, e poi lo vede quanta gente c’è” ….

Dopo un paio di minuti torna e ci dice ” Se va bene preparo il tavolo nell’altra sala?” E io convinto che l’altra sala fosse, semplicemente una seconda sala esattamente identica, ma solo chiusa per la serata dico di Si. Invece è un incrocio tra una sala ed uno sgabuzzino, con un puzza di chiuso/umido da paura. Tavolo apperecchiato in fretta e furia, manca un bicchiere del vino e gli altri sono assolutamente spaiati.

Attendiamo e nel frattempo arriva altra gente (non ho idea se prenotati o no) anche a loro viene detto o aspettate o possiamo mettervi nella seconda sala…

Arriva il momento di ordinare (piccola parentesi, quando ho prenotato ho chiesto se erano in grado di preparare qlcs per un vegetariano e la risposta era stata “il ns menù è al 90% a base di pesce ma possiamo preaparare qlcs “). Chiedo “oltre a quello che c’è nel menu è possibile avere qlcs di vegetariano?” risposta seccata ed infastidita ” NO!!!” .

Ordiniamo, arriva il vino GIA’ STAPPATO!!!

Pre antipasti, fettina di melone con fettina di coppa. Ovviamente anche per il vegetariano, così chiedo se è possibile avere solo il melone per il vegetariano e OVVIAMENTE NON ARRIVA NIENTE

Il mangiare è buono, la qualità dei prodotti è fresca e di qualità. L’attesa è ESTENUANTE 1 ora e 10 minuti per gli antipasti è INACCETTABILE.
Il servizio lascia molto a desiderare, i piatti arrivano spaiati e nel tavolo di fianco a noi, i primi arrivano a distanza di 10 minuti uno dall’altro.

Bottiglie di acqua sono lasciate appoggiate li sul mobile e servite (quindi calde) a richiesta. I secondi arrivano quando ancora abbiamo davanti il piatto dell’antipasto.

Prendiamo il caffè e chiediamo il conto, che arriva in un elegante librettino di pelle, pago con carta di credito 180 € +-, arrivo a casa e riguardo lo scontrino e CON MIA SOMMA SORPRESA leggo NON FISCALE !!!!! Bel trucchetto visto che sembra in tutto e per tutto un regolare scontrino, ma invece NON LO E’

Giudica il commento: 1 feedback sul commento: Gustoso

GoloTrust: 22 Buongustaio
Maxmilione ha scritto il 17 giugno 2009 alle 11:35

Serata Romantica…
Ci siamo recati presso questo locale della tradizione Albenganese.
Non ci eravamo mai stati e appena entrati ci siamo sentiti subito a nostro agio. Il locale è molto accogliente, caldo, e romantico…Ideale per una cena a due o comunque in famiglia.
Non avevamo prenotato e per tanto ci è toccato stare dentro…Peccato, il dehor fuori è meraviglioso. Comunque i Camerieri, si sono apprestati a trovarci una sistemazione confortevole e di primo piano, tutto elegante, ma non sforzaso e superfluo, quindi equilibrato.
Ottima l’assistenza al tavolo e la cordilità degli operatori.
Ordiniamo gli gnocchi con rana pescatrice. Risultato: ottima pietanza, materie prime d’eccellenza gusti equlibrati ed armoniosi al palato.
Segue il fritto misto, curata la scelta del pesce, ottima frittura, leggera, sfiziosa e molto abbondante; quest’ultimo particolare, non ci ha fatto cedere alla tentazione del dolce, in quanto eravamo veramente sazi.
La cena è stata accompagnata da un buon Fiano d’Avellino , sincero e fedele ai parametri di questo magnifico vino del sud Italia.
Sicuramente è un locale che farà compagnia a molte mie serate dedicate alla gastronomia, durante l’arco dell’anno.
Pagamento al tavolo, con elegante servizio d’immagine, per un totale di 90 €, compreso un buon bicchiere di Ron e un caffè Caraibico.
Consigliatissimo

Giudica il commento: 1 feedback sul commento: Gustoso

GoloTrust: 0 Nuova Forchetta
FidelioRosso ha scritto il 4 settembre 2009 alle 18:39

Il locale, nascosto tra i caratteristici vicoli di Albenga offre un ambiente raffinato ed elegante, ancora più apprezzabile durante il periodo estivo grazie ad un dehor all’aperto meraviglioso. L’aria è soffusa e rarefatta, il menu rigorosamente a base di pesce offre un ampia gamma di piatti, anche la carta dei vini è molto varia. Opto per una zuppa di pesce (abbondante e saporita) e un “pescato” del giorno con patate al forno (anch’esso ottimo), la mia compagna sceglie un mix di pesce crudo e degli spiedini di pesce. Il tutto accompagnato da un Greco di tufo. Il servizio è buono (forse un po lungo le pause tra un piatto e l’altro), il prezzo totale è stato intorno ai 120 € (compreso dolce e caffè). La bellezza del locale e le gustose portate lo rendono sicuramente una dei più ristoranti più bella della zona. Vivamente consigliato soprattutto per una cena romantica..

Giudica il commento: Nessun feedback sul commento

GoloTrust: 22 Buongustaio
Maxmilione ha scritto il 26 ottobre 2010 alle 13:22

Dopo esserci andato per la prima volta più di un anno fà, ci sono tornato regolarmente, quasi 1 volta ogni 2 mesi.
Non ho nuovamente scritto, in quanto ho sempre trovato tutto regolare e quindi mi sembrava di ripeterVi le stesse cose; ma l’altra sera una serie di eventi, ha fatto sì che non fosse la solita cena all’Osteria dei Leoni, per tanto credo sia opportuno riportare qui la mia esperienza.

Arriviamo senza prenotare, la sala principale è strapiena, i camerieri che ormai mi conoscono, mi dicono di non preoccuparmi perchè mi avrebbero sistemato nella saletta affianco…Subito mi vengono i capelli bianchi e mi viene in mente il commento di Mattomatteo…Forse il cameriere si accorge della mia perplessità e mi dice di stare tranquillo, perchè la saletta è molto bella e che di solito il proprietario la custodisce gelosamente e concede solo in poche occasioni e con avarizia.
Appena mettiamo piede nella saletta, capiamo il perchè di questa avarizia: l’ambiente, architettonicamente è uguale alla sala principale, solito pavimento in cotto e soffitto a volte, ma in un angolo si nasconde un piccolo camino acceso, che prontamente viene alimentato dai camerieri tra un sevizio e l’altro, sulla sinistra una vetrina in arte povera con all’interno diversi tipi di calici da vino, poi ancora un pianoforte d’epoca, mensole in legno con bottiglie di vino delle migliori marche e annate sparpagliate per la stanza assieme ad oggetti antichi della tradizione contadina ligure, il meticoloso ordine e l’antichità dei suppelletili, fanno di questa sala un ambiente romantico, elegante ma semplice, ma soprattutto caldo.
Rimaniamo sbalorditi da tanta bellezza e comprendiamo il titolare…Un pò meno il commento di Mattomatteo, ma visto la serietà con la quale scrive, le cose sono due o hanno ristrutturato la saletta, oppure ne esiste ancora un altra…

Presto la saletta sarà piena di commensali, e il clima di riservatezza e calma viene interrotto, il chè, ragionando egoisticamente, è un vero peccato per noi…

Decido di andare oltre ai soliti piatti e ordiniamo come antipasti un insalata di mare mia moglie ed un Cappon Magro per me.
Ci viene portato il solito cesto di pane e grissini, di diverse varietà ed un aperitivo offerto dalla casa, tutto molto buono.
Il Cappon Magro è veramente ottimo, un cilindro nel piatto decorato con verdure, ripieno di pesce appoggiato su una crosta di pane con una deliziosa spruzzata di aceto balsamico, lo consiglio vivamente, è un ottimo piatto per alleviare l’appetito e deliziare le pupille gustative con la legerezza dei sapori.
L’insalata di mare di mia moglie è molto estrosa, c’è di tutto, il piatto è ben decorato ed oltre al polpo la fanno da padrona i crostacei e pesciolini di piccola taglia, un bel piatto che potrebbe tranquillamente sostituire un secondo, direi abbondante al punto giusto, ma cosa molto rilevante, ottime come sempre le materie prime e il pesce freschissimo e di qualità.
Passiamo ai secondi, io triglie e rana pescatrice gratinate e mia moglie il solito ed inseparabile fritto misto.
Il mio secondo, si presenta elegante e ben decorato nel piatto, le trigliette di piccola taglia posizionate a cerchio, chiudono dei simpatici spiedini con pomodori pachino e polpa di pescatrice, veramente deliziosi, da un piatto semplice si trae una soddisfazione dei gusti notevole.
Il fritto misto di mia moglie, come sempre abbondante, simpatiche le patatine fritte tagliate tipo San Carlo, da far notare l’ottimo dosaggio dell’olio e la qualità dello stesso.
Tutta la cena è stata accompagnata da un Cà del Bosco Cuvè Prestige, con il suo fine e persistente perlage ed i suoi incantevoli sentori fruttati e delicati da far invidia ai cugini francesi ed i loro Champagne.
Per la prima volta, non vado al dolce, in quanto il locale preso d’assalto, ha purtoppo risentito nel servizio, un ora di attesa tra una portata e l’altra, i ragazzi dello staff anche se volenterosi, non riuscivano a stare dietro alle ordinazioni dei tavoli, al servizio, ed haimè al camino che hanno lasciato spegenre…Credo sia stato lo stesso in cucina. Ho visto molte facce di clienti poco poco arrabiati, mia compresa, per fortuna dopo essere stati serviti, al primo assaggio le arrabbiature si trasformavano in un sorriso… Ma mi permetto di consigliare al gestore, di aumentare le forze in campo al sabato sera, in quanto da un ristorante come questo ci si aspetta sempre molto e visto l’impeccabilità della cucina, dovrebbe essere lo stesso anche per il servizio.
Chiediamo il conto, la spesa è di 95 Euro.

Giudica il commento: Nessun feedback sul commento

Scrivi un commento

Per inviare un commento devi fare il login.